ModuloBookinglato

Visitatori on-line

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online

Rossano, Perla dello Jonio e della Calabria

san marco rossano 1

Si trova incastonata tra le verdi montagne presilane e l'azzurro e trasparente mare Jonio. Il comune di Rossano si divide in "Rossano paese" la città storica ricca di arte e cultura greco bizantina e "Rossano scalo" più giovane e moderna affacciata sul mare e staccata dalla prima da pochi chilometri. Rossano paese è famoso per le sue antiche chiese, i sui palazzi nobiliari, le lussuose piazze e soprattutto per il Codex Purpureus Rossanensis - antico codice bizantino raffigurante il Vangelo realizzato in pagine decorate in oro e argento unico al Mondo. Rossano scalo è invece rinomato per il suo mare trasparente, le sue spiagge, i locali “alla moda”, le strutture moderne ed i servizi.

Visitare Rossano offre il vantaggio di potersi immergere in due ambienti diversi: un vero mix di attrattive di successo per le vacanze all'insegna del benessere, del relax e del divertimento!

Nei dintorni della Città: 

Il Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide.
museo sibari

Inaugurato nel 1996, il moderno edificio raccoglie i reperti provenienti dall'area urbana e da tutto il territorio che era controllato dall'antica Sybaris. Al suo interno, infatti, sono esposti: frammenti di coppe protocorinzie, ceramica proveniente da Corinto, Atene, Sparta, isole egee, ceramica a figure rosse e vernice nera, frammenti di ceramiche micenee, lucerne, statue marmoree, corredi di tombe dell'età del ferro, fibule di diversi tipi, attrezzi e strumenti, materiale votivo dal santuario di Athena.
 

 Il Parco Nazionale del Pollino

Il Parco Nazionale del Pollino

È la più grande area protetta di nuova istituzione in Italia. Tra le vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti che si disegnano sulle acque del Tirreno e dello Jonio, lungo il massiccio montuoso calabro-lucano del Pollino e dell'Orsomarso, la Natura e l'Uomo intrecciano millenari rapporti che il Parco Nazionale del Pollino, istituito nel 1993, conserva e tutela sotto il suo emblema, il pino loricato.

AcquaPark Odissea 2000

Il Parco Giochi piu grande del sud Italia (a soli 4 km)

odissea 2000 hotel roscianum

Il parco acquatico Odissea 2000 si trova a Rossano Calabro (Cosenza), in frazione di Toscano. Inaugurato nel 1995, l'Acquapark Odissea 2000 occupa una superficie di circa 70 ettari e offre ai suoi visitatori moltissime piscine e attrazioni acquatiche per tutti i gusti, da quelle adatte alla famiglia a quelle per i più temerari. Da segnalare la grande piscina ad onde, la laguna dedicata ai bambini e il fiume lento. Ma il parco acquatico Odissea 2000 è famoso anche per i suoi lunghi scivoli mozzafiato, tra i quali: Black Polifemo (scivolo con ciambelloni, alto 22 metri e lungo 190 metri), Big Olimpo (sorta di montagne russe acquatiche alte 25 metri), Omero Jump (rapidissimo tuffo a caduta libera); Titano Roller e Chimera: scivolo a 8 corsie, inaugurato nel 2008, con idrotubi e piste ondulate da attraversare a testa in giù (unico in Europa). Una delle novità più recenti del parco acquatico Odissea 2000 si chiama Skyron Rocket e consiste in un innovativo scivolo caratterizzato da un salto quasi verticale seguito da un loop orizzontale a 360°.

Itinerario Storico Artistico

 

A cura delle volontarie della Pro Loco: Giulia Pizzo, Michela Baratta, Graziella Beraldo.

Partendo dalla parte alta della città e percorrendoCorso Garibaldiil visitatore si trova subito addentrato nel ricco e variegato Centro Storico Rossanese, caratterizzato da suggestivi vicoli popolari e e da numerose testimonianze storico-artistiche. Il primo edificio che il turista incontra lungo la via principale è la Chiesa di San Nilo, precedutadalla Piazza Grottaferratadove è visibile la fontana, un omaggio all'illustre patrono della città. La chiesa, fondata su commissione della principessa Olimpia Aldobrandini nella prima metà del Seicento, è espressione dell'arte moderna a Rossano. Procedendo si giunge aPiazza della Vittoriadove è visibile il Monumento ai Caduti, realizzato dallo scultore calabrese V. Jerace e inaugurato nel 1830. Proseguendo è possibile ammirare sulla destra laPorta dell'Acquadalla quale si giungeva alla sorgente di Vale, e successivamente gli ottocenteshi palazzi : Amarelli , Pisani, Cherubini e Filippelli, e la limitrofa Chiesa di S. Giacomo apostolo.Giunti in P.zza Matteottiè visibile al centro la statua in onore di S.Nilo, realizzata dall'artista Carmine Cianci, alle cui spalle sorge un edificio, adibito un tempo a mercato coperto, oggi sede della Polizia Municipale e dell'Associazione Pro Loco. Nell'attiguaP.zza S.S.Anargirisi può ammirare sulla sinistra il Municipio affiancato dall'attuale Sala consiliare, un tempo convento dedicato a S. Maria Maddalena o Regina Coeli.La strada che confluisce in P.zza Steriè ornata di edifici anch'essi ottocenteschi, quali Palazzo Amantea ora Borgogno, Palazzo Greco, Palazzo Rapani e Rizzuti. Nella p.zza si può apprezzare l'ottocentesca Torre dell' Orologio e il Palazzo De Rosis.Avanzando lungo corso Garibaldisulla destra si incontra dapprima il secondo Palazzo della famiglia De Rosis e successivamente la seicentesca Chiesa di S. Domenico e la bizantina Chiesa di S. Marco.Dalla Piazza San Marcodove è visibile al centro il Leone, si può percorrere la tortuosa e suggestiva strada fino a raggiungere l'Oratorio del Pilerio.Ritornati in via S. Marcodove si può ammirare la Chiesa di S. Anna, e le limitrofe grotte lauritiche, il visitatore raggiunge ,percorrendo via XX settembre, l'antico rione ebraicodove sorge la Chiesa di S.Martino.Seguendo via XX settembre, si incontra sulla destra la Porta Giudeccache un tempo portava al rione ebraico, mentre risalendo la scalinata adiacente all' edificio ottocentesco che ospita il Liceo classico "S. Nilo", si giunge all' Oratorio Bizantino della Panaghìa.Da P.zza del Commerciopercorrendo la via che porta al Museo Diocesano si giunge inp.zza Duomodove sorge la Cattedrale, dedicata alla Madonna Achiropita. L'edificio è circondato da numerosi palazzi tra i quali l'adiacente Palazzo dell' Arcivescovado che ospita il Museo Diocesano, palazzo Remondino-Martucci, palazzo Toscano-Mandatoriccio ora Smurra.Risalendo via Duomo si arriva in via Laboniadove è possibile ammirare il Palazzo dell'omonima famiglia e inoltre i palazzi Britti-Amantea e De Leonardis.Ritornati a questo punto in p.zza Steri, il visitatore può percorrere via Martucciammirando sulla sinistra la Chiesa di S. Bernardino del XV secolo e l'adiacente Palazzo delle Culture.Giunti in P.zza Martuccidove sorge l'omonimo palazzo di famigliaproseguendo lungo la strada che porta in P.zza S.S. Anargiri, il visitatore, dopo aver attraversato il Traforosi trova di fronte la Chiesa di San Bartolomeo, dedicata all' illustre Santo rossanese, discepolo di S. Nilo.A questo punto l'itinerario prosegue fino a raggiungere il Patirion, cenobio che sorge a 600 metri d'altitudine.

NewsLetter

Registrati gratuitamente per ricevere tutte le nostre migliori offerte riservate a te...

Hotel Club Roscianum

L'Hotel Club Roscianum, raffinato ed elegante, è stato realizzato ponendo grande attenzione e particolare cura ai minimi dettagli, per garantire in ogni momento il massimo comfort ai nostri ospiti...

Booking on-line

Telephone: 0983.530335
Email: info@hotelroscianum.it
Website: www.hotelroscianum.it

C.da Momena, 87067 Rossano (Cs) Italy